Curva Sud

1971/1972

1973/1974

1974/1975

1975/1976

1976/1977

1977/1978

1978/1979

1979/1980

1980/1981

1981/1982

1982/1983

1983/1984

1984/1985

1985/1986

1986/1987

1989/1990

1990/1994

1995/1999

2000/2001

2001/2002

2002/2003

2003/2004

2004/2005

2005/2006

2006/2007

2007/2008

Curva Sud 25° scudetto

 

Curva Sud trasferta

1971/1972

1973/1974

1974/1975

1975/1976

1976/1977

1977/1978

1979/1980

1980/1981

1981/1982

1982/1983

1983/1984

1984/1985

1985/1986

1986/1987

1988/1989

1989/1990

1990/1991

1991/1992

1992/1993

1993/1994

1994/1995

1995/1996

1996/1997

2004/2005

2005/2006

2006/2007

2007/2008

2008/2009

Curva Sud in Europa

Curva Sud a Vicenza

 

Butei al Bentegodi

1982/1983

1984/1985

1985/1986

2002/2003

2004/2005

2006/2007

2007/2008

2008/2009

2009/2010

2010/2011

2011/2012

2012/2013

2013/2014

2014/2015

 

Butei in trasferta

1981/1982

1992/1993

2000/2001

2002/2003

2003/2004

2004/2005

2005/2006

2006/2007

2007/2008

2008/2009

2009/2010

2010/2011

2011/2012

2012/2013

2013/2014

2014/2015

 

Videotube gialloblu

Video Brigate Gialloblu

Video Hellas Army

Video scudetto

Video passione infinita

Video Curva Sud

Video trasferte

Video Butei

Video partite

Video Conte Arvedi

Video by Primoluglio

Video by Elkyaer

Video by MrAnyflash

Sumbu Brothers & 1903

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 12 ottobre 2008

 

Hellas Verona -  Ravenna 1 - 2

 


 

 


 

Tu sei il Verona, il mio Verona

 

Stan arrivando i gialloblu

 


 

 


 

E le bandiere gialloblu

 

La vaca de to mare

 

Sei un bastardo

 

Stan arrivando i gialloblu

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

 


 

La cronaca della partita a cura di www.hellasverona.it

 


 

Gerbino Polo e Anzalone a segno per gli ospiti,
inutile la rete di Gomez in extremis

VERONA – Battesimo ufficiale per la nuova divisa in occasione della sfida di campionato col Ravenna. Remondina schiera davanti la coppia Scapini-Girardi con Parolo a supporto sulla trequarti, Atzori risponde col duo Gerbino Polo-Pettinari.

 

Conclusione dai venti metri di Campisi al 12’, Rossi controlla la palla terminare sul fondo. Vantaggio ospite al 17’ con Gerbino Polo, abile ad anticipare di testa la difesa scaligera su un perfetto cross dalla sinistra di Zecchin. Gialloblù vicini al pareggio qualche minuto dopo: traversone di Moracci a centro area per Scapini, il sinistro dell’attaccante di Bovolone termina sul palo e poi tra le braccia di Rossi.

 

La formazione di Remondina resta in dieci al 32’, quando il direttore di gara sventola davanti agli occhi di Bellavista il secondo cartellino giallo nel giro di due minuti.

 

Punizione dalla distanza di Parolo al 37’ deviata dalla barriera, Rossi mette in corner e sventa il pericolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo rovesciata di Corrent dal limite dell’area piccola, palla fuori di un soffio. Ancora Scapini raccoglie all’interno dell’area e scocca un sinistro di prima intenzione, senza però inquadrare lo specchio della porta.

 

Parità numerica ristabilita verso lo scadere della prima frazione, con Giampieretti a ricevere la seconda ammonizione per un fallo da dietro su Scapini all’altezza del centrocampo.

  

Al 63’ corner di Campisi, Parolo stoppa il pallone e prova la rovesciata da pochi passi, la sfera termina alta sopra la traversa. Stessa sorte per una botta da fuori area di Zecchin, due minuti dopo. Gomez riceve palla e si accentra al 72’, la conclusione da fuori area è debole e Rossi blocca in presa. Corner dello stesso argentino al 78’, tiro di Moracci a botta sicura, Rossi riesce a respingere.

 

Grande risposta di Rafael sul destro di Calzi all’82’: il centrocampista viene perfettamente servito da Zecchin, il portiere brasiliano respinge in angolo. Si tratta però del preludio al raddoppio, che viene proprio sugli sviluppi del corner: traversone dalla destra dello stesso Zecchin, Anzalone sfiora col mancino e batte Rafael sul secondo palo.

 

Gomez accorcia le distanze al 95’, l’ex triestino approfitta di un retropassaggio errato di Anzalone e batte Rossi con un sinistro imparabile. La gara termina pochi istanti dopo, l’Hellas esce battuto dopo una prestazione non brillante.

 

  

Il tabellino

 

HELLAS VERONA F.C. - RAVENNA CALCIO 1-2 (0-1)

Reti: 17’ Gerbino Polo; 83’ Anzalone, 95’ Gomez

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Moracci; Campisi, Bellavista, Corrent (59’ Puccio); Parolo (66’ Gomez); Scapini, Girardi (91’ Da Dalt). (Franzese, Ceccarelli, Campagna, Anaclerio). All. Remondina

 

RAVENNA CALCIO

Rossi; Pivotto, Anzalone, Sabato (88’ Fasano), Ungaro; Giampieretti, Sciaccaluga (54’ Rossetti), Trotta (46’ Calzi), Zecchin; Gerbino Polo, Pettinari. (Menegatti, Ciuffetelli, Zizzari, Filipi). All. Atzori

Arbitro: Zonno di Bari

Assistenti: Avellano, Alverdi

Ammoniti: Pivotto, Bellavista, Giampieretti, Puccio, Moracci

Espulsi: Bellavista al 32’, Giampieretti al 44’

Recupero: 6’ – 6’

Spettatori: 10.099

 


 

Commento dal giornale "L'Arena"

 

www.larena.t

 


 

 

 

Non basta
il coraggio,
l’Hellas va ko
di
Luca Mantovani

 

Meglio guardarsi subito negli occhi. Se una squadra raccoglie un punto in quattro partite, qualche problema c’è, inutile far finta di nulla.
La sconfitta dell’Hellas con il Ravenna, la seconda consecutiva al Bentegodi, risveglia i fantasmi, tornano gli incubi di un anno fa quando l’Hellas precipitò in fondo alla classifica e si salvò solo ai play out.
La situazione è sicuramente cambiata, ora i gialloblù hanno già messo insieme otto punti e offerto buone prestazioni nelle prime gare della stagione ma il ko con i romagnoli manda in tilt le sicurezze di Corrent e compagni.
Attenzione il Verona non era una squadra di fenomeni prima non è un gruppo di brocchi adessso, in questo momento è fondamentale ritrovare l’equilibrio per non perdere la testa e affondare.
Chi vuole vedere l’Hellas stabilmente nei quartieri alti della classifica è sicuramente deluso, chi ha lavorato per ricostruire la squadra e giocare un campionato tranquillo, senza troppi patemi d’animo, deve credere nel lavoro fatto e seguire la linea.
Questo gruppo è giovane, ha entusiasmo, ha fame, ha voglia di arrivare ma l’esperienza non si allena, non si trova al mercato.
Questa è la lezione più importante che lascia la sconfitta con il Ravenna. Il Verona ci ha provato, Remondina si è affidato ancora una volta al 4-3-1-2 e ha gettato nella mischia il veronese Scapini a fianco di Girardi in avanti.
In mezzo ci sono ancora Bellavista e Corrent con Campisi al posto dell’infortunato Garzon. Dietro non cambia nulla con Bergamelli e Conti al centro, Mancinelli e Moracci sulla fascia. Le mosse sono giuste, il Ravenna si chiude in difesa e alza il bunker in mezzo al campo con tre veterani come Sciaccaluga, Giampieretti e Trotta.
Il Bentegodi spinge la squadra all’attacco, i giocatori sentono la passione e mordono i romagnoli ma non trovano la giocata giusta per far male a Rossi. Fa lo stesso, potrebbe essere una questione di minuti.
Non è così. Al 17’ Zecchin difende palla sulla sinistra, Mancinelli arriva con un attimo di ritardo, perfetto il cross al centro, Gerbino «brucia» tutti e batte Rafael.
Ancora una volta. Come a Crema, come con il Padova. L’Hellas prova a reagire, Scapini è una furia in mezzo all’area avversaria. Due minuti dopo potrebbe pareggiare il conto. Cross di Moracci dalla sinistra, l’attaccante di Bovolone controlla e si gira in area, Rossi tocca, palla sul palo.
I gialloblù non mollano, il Ravenna resiste. Alla mezz’ora l’episodio che lascia un segno sulla partita. Totò Bellavista, appena ammonito dopo un fallo al limite dell’area, si fa medicare vicino alla panchina e rientra in campo senza chiedere il permesso all’arbitro. Zonno mostra il secondo giallo al centrocampista di Bari e lascia il Verona in dieci.
L’inferiorità numerica non ferma i ragazzi di Remondina. si gettano in avanti con coraggio, senza paura. Al 36’ la gran botta di Parolo trova i guantoni di Rossi che mette in angolo. Corner di Campisi, sponda di Girardi, rovesciata volante di Corrent, palla fuori di un soffio.
L’Hellas chiude bene il primo tempo e, in pieno recupero, anche il Ravenna perde un giocatore. Doppio giallo per Giampieretti - due falli praticamente consecutivi a centrocampo - e anche i romagnoli devono giocare in dieci.
Atzori corre ai ripari all’inizio della ripresa, manda in campo Calzi e Rossetti al posto di Trotta e Sciaccaluga e li piazza davanti alla difesa.
Il Verona non passa, tante giocate accademiche a velocità limitata e la difesa giallorossa ferma tutto senza troppi problemi. Remondina ci prova con Puccio e Gomez per Corrent e Parolo ma la musica non cambia, l’Hellas è una brutta copia della squadra vista nel primo tempo, il Ravenna difende la rete di vantaggio e riparte in contropiede senza trovare ostacoli.
Solo un episodio potrebbe cambiare la gara. Come succede intorno alla mezz’ora. Angolo di Campisi, splendida girata di Moracci, la palla schizza tra corpi e gambe ma Rossi se la trova proprio lì, sul braccio.
Che sfortuna, non c’è nulla da fare. Anche perchè il Ravenna raddoppia al 38’. Rafael mette in angolo una gran botta di Calzi, batte il corner Zecchin, Pettinari mette al centro, Anzalone è tutto solo e batte il portiere brasiliano per la seconda volta.
In pieno recupero Gomez batte Rossi e rende meno amara la sconfitta ma la partita finisce tra i fischi.

 


 

Grazie a Bondola e VirusTS per la collaborazione

 


 

 

 

 


 

 

 

 

 

Scudetto

Campionato 1984/85

12 Maggio 1985

Curva Sud a Bergamo

Curva Sud al Bentegodi

Osvaldo Bagnoli

Squadra

Abbonamento

Protagonisti dello scudetto

Biglietto 12 maggio 1985

Biglietto 19 maggio 1985

Prime pagine

L'Arena 13-05-85

L'Arena 20-05-85

Il Veronese

Guerin sportivo

Album calciatori 1984-85

Lavagno:Piazza Scudetto

 

Storia Hellas Verona

Dati dal 1903 al 2007

Classifiche 1945 - 1954

Classifiche 1955 - 1964

Classifiche 1965 - 1974

Classifiche 1975 - 1984

Classifiche 1985 - 1994

Classifiche 1995 - 2004

Classifiche 2005 - 2014

 

Campionato

1975-1976

Girone d'andata

Girone di ritorno

 

Campionato

1982-1983

Girone d'andata

Girone di ritorno

 

Campionato

1983-1984

Girone d'andata

Girone di ritorno

 

Formazioni

Dal 1955 ai giorni nostri

 

Abbonamenti

Dal 1947 ai giorni nostri

 

Biglietti

1970/1971

1971/1972

1973/1974

1975/1976

1976/1977

1977/1978

1978/1979

1979/1980

1981/1982

1982/1983

1983/1984

1984/1985

1985/1986

1986/1987

1987/1988

1988/1989

1989/1990

1991/1992

1993/1994

1997/1998

1999/2000

2007/2008

2008/2009

2009/2010

Coppe europee

Coppe europee Mr. Chivers

Speciali 2000

Trasferte "a Chievo"

 

Protagonisti gialloblu

Osvaldo Bagnoli

Gianfranco Zigoni

Preben Larsen Elkjaer

José Guimaraes Dirceu

 

Rassegna stampa

Derby serie A

H.V. - Stella Rossa

Stella Rossa - H.V.

H.V. - Sturm Graz

H. V. - Paok Salonicco

Paok Salonicco - H.V.

H. V. - Utrecht

 

Cori gialloblu

Testi

Audio

 

Striscioni

Ciao Butei

Striscioni vari

Striscioni Dirceu

Pastorello Day

 

Gemellaggi

Soli contro tutti

1 Febbraio 1987

Adesivi gialloblu

Pubblicazioni

Copertine GS

GS: bomba allo stadio

Annus Horribilis